Posta una canzone per cui hai una fissa in questo periodo #12

QUltimamente ho una fissa totale per gli U2. Devo ammettere che mi sono sempre piaciuti, ma da qualche mese a questa parte non faccio altro che ascoltarli, come un loop, perciò, oggi che è domenica, eccovi serviti Sunday Bloody Sunday.

Scrivi 15 cose su di te #11

1. Alcune volte mi capita di fare alcuni calcoli banali contando sulle dita.

2. Sono nata l’8 gennaio 1999.

3. Ho sempre desiderato avere un cane, ma non ho mai avuto la possibilità di averne uno.

4. Ho fatto il mio primo viaggio all’estero circa un anno fa.

5. Da piccola sognavo di fare la veterinaria.

6. Quando avevo circa 6 anni mi sono arrampicata al davanzale della finestra mia camera e mi sono seduta su di esso, non calcolando che alle mie spalle non c’era nessun tipo di zanzariera, ma il vuoto. (No, non stavo tentando il suicidio, ma ero solo scema).

7. Quando ero bambina il mio sogno era quello di fare musical a Broadway.

8. Nel 2o11 avevo progettato una storia che nella mia mente bacata pensavo sarebbe diventato un libro, ma alla fine non l’ho mai conclusa 😂😂

9. Mi piacerebbe imparare la lingua dei segni.

10. Ho accresciuto la mia cultura musicale con anni e anni di ricerche sui vari artisti e generi musicali.

11. Uno dei miei più grandi desideri era visitare l’India, in particolare il Taj Mahal.

12. Faccio dei sogni premonitori parecchio inquietanti.

13. Il mio scrittore preferito è Niccolò Ammaniti.

14. Uno dei miei più grandi desideri è fare un tour on the road degli Stati Uniti.

15. Ho un sogno nel cassetto: abitare in una casa nel bosco.

 

Alessia

10 cose che odio #10

E anche stasera mi sono ridotta alle ore piccole. Se continuo così alla maturità non ci arrivo neanche di sbieco.

Diamo il via alle 10 cose che odio di più (li elenchero in ordine sparso):

1. I logorroici sul pullman alle 8.00 del mattino

2. Coloro che sono allergici al sapone

3. Quelli che si credono simpatici

4. I moralisti

5. Le persone invadenti

6. Coloro che hanno l’irritante mania di parlarti ad un palmo di naso

7. Gli spacconi

8. I professori che il SABATO alle 8.00 del mattino sono tutti raggianti del fatto che dovranno spiegare 800 bilioni di capitoli su diosacosa

9. Coloro che non usano emoticon nei messaggi  (ma vi sto sul cazzo o siete pigri all’ennesima potenza?)

10. Barbara d’Urso

 

Se il post è stato di vostro gradimento mettete mi piace o commentate anche voi con dieci cose che odiate 🙂

Buonanotte,

Alessia

5 titoli di libri che ho amato #9

1. Come Dio comanda (Niccolò Ammaniti)

2. Crank  (Ellen Hopkins)

3. Bianca come il latte rossa come il sangue (Alessandro d’Avenia)

4. Wild (Cheryl Strayed)

5. Cose che nessuno sa (Alessandro d’Avenia)

 

Come probabilmente già vi avevo accennato, sono una avida lettrice, per cui se avete qualche titolo da consigliarmi ne sarei molto grata :))) Fatemi sapere 💪💪. Se l’articolo vi è piaciuto potete mettere mi piace o commentate!

Buonanotte,

Alessia

5 modi per vincere il tuo cuore #8

Finalmente sono nel mio caldo letto. Non ci posso credere, finalmente questa giornata è giunta al termine. A questo proposito vi avviso che ho un sonno pazzesco e perciò non sono totalmente consapevole di ciò che andrò a scrivere. Vorrei cercare di introdurre l’argomento sostenendo che non sono una delle persone più romantiche del mondo, ma potrei dire che anche io ogni tanto, con la mia personalità asociale e completamente sfiduciata nei confronti del genere umano, mi ritrovo a bramare un po’ di considerazione in questo misero angolo di mondo. I modi per conquistare il mio cuore sono piccole cose, ma semplici. Una piccola Ferrari, un piccolo attico a New York, un piccolo conto bancario in Svizzera. Tutto qua.

Scherzi a parte, nonostante spesso tutto questo concetto si riconduca ad un soddisfacimento dal punto di vista materiale (anche nel mio caso) non pretendo tanto dalle persone che mi circondano, ma anzi credo che “l’attenzione sia il più grande atto d’affetto possibile”. Non parlo solo di amore, ma il concetto può essere anche esteso all’affetto e all’amicizia, che diventa tale dal momento in cui l’uomo si decentra da se stesso e inizia a rendere conto a qualcuno al di fuori di sé. (Ahhhhh, scienze umane). Aristotele diceva che l’uomo è un animale sociale, il quale non può fare a meno di intessere rapporti sociali con gli altri soggetti, ma a mio parere ciò non è del tutto vero. Come è possibile che l’uomo possa essere definito tale dal momento in cui non riesce ad accorgersi in maniera profonda delle piccole esigenze dell’altro? Per questo motivo ritengo che l’attenzione sia il modo migliore per conquistare una persona. L’attenzione verso i discorsi, l’attenzione verso gli sguardi e le piccole osservazioni fanno la differenza.

Ecco la lista delle cinque cose per conquistare il mio corazon:

– CIBO. Inutile dirlo, food is the way. Qualunque sia il problema, il cibo è la soluzione a tutti i nostri drammi e la dieta ormai è solo un lontano ricordo.

– GIRI IN MACCHINA. Quando l’unica cosa che vorrei fare è uccidere ogni soggetto sopravvissuto alla selezione naturale per PURA BOTTA DI CULO, portatemi in giro, ovunque, basta che sia lontano dalle mie fisse mentali.

– CUCCIOLI. Lo so, è banale, ma i cuccioli mi rallegrano la giornata. Cosa c’è di meglio se non una valanga di pacioccosi cuccioli di cane o qualsiasi altro quadrupede dotato di orecchie morbide e coda?

– COMPLIMENTI. Premessa. Io sono particolarmente restia ai complimenti, sono una delle tipiche persone che, nel momento in cui riceve un complimento, si gira per controllare che non sia riferito a qualcun altro dietro di me. Ogni tanto però è bello ricevere dei complimenti inaspettati da una persona inaspettata e sapere di essere apprezzati in quale modo.

– CD e LIBRI. Se proprio volete farmi un regalo rinchiudetemi alla Feltrinelli, dove è possibile acquistare sia cd sia libri. Sarà banale, ma per me è il paradiso. So’ strana, che ci posso fare?

Buonanotte,

Alessia

Elenca le tue 5 serie tv preferite #7

Beh, il tema da sviluppare è abbastanza facile, essendo una serial watcher di serie tv, credo di cavarmela abbastanza bene in materia. Iniziamo subito:

1. Grey’s Anatomy

2. Orange is the New Black

3. New Girl

4. Royal Pains

5. Modern Family

 

Ovviamente queste sono alcune delle 5 serie tv che più mi piacciono, ma nessuno di voi può immaginare quanto sia lunga la mia lista di serie tv! Qual è la vostra top five riguardo alle serie tv? Se il post vi è piaciuto mettete mi piace e se vi va scrivete nei commenti le vostre 5 serie tv preferite!

Buonanotte,

Alessia

Songs On The Road #6

Ecco la mia playlist on the road:

– U2 – Beautiful Day

– Guns ‘N Roses – Sweet Child O’ Mine

– Coldplay – Yellow

– Coldplay – Clocks

– AC/DC – Highway To Hell

– Bruce Springsteen – Streets of Philadelphia

– Adele – Rolling in the Deep

– America – A Horse With No Name

– Aloe Blacc – I Need A Dollar

– Coldplay – Hymn For The Weekend

 

E la vostra? Se vi è piaciuta la mia playlist mettete mi piace e se vi va commentate con la vostra playlist on the road 🙂

 

Alessia

 

 

Racconta di una persona che tu ammiri #5

Questa 30 Days Writing Challenge mi mette ansia.  Mi mette ansia perché io sono una persona estremamente POCO organizzata e in un giorno composto da 24 h (per cui non poche) io mi ritrovo a scrivere proprio a quest’ora, con il rischio di sforare perciò al giorno successivo. La mia vita è un’ansia.

Tornando a noi, scrivere di una persona che io ammiri non è una cosa facile per me, anzi, sarebbe molto più facile scrivere del contrario, su quello penso siamo tutti d’accordo. Allo stesso tempo, sarebbe difficile ridurre ad una sola il numero di persone che io ammiro. Nel corso della mia vita, da qualche anno a questa parte ho avuto modo di conoscere molte persone, molte delle quali ho imparato ad apprezzare e a trovare con loro una connessione davvero molto speciale. I rapporti con le persone non sono fatti secondo me solo da affetto e stima reciproca, ma anche da una profonda connessione. Da dove provenga, non si sa, ma quando succede, si viene travolti da un senso di euforia inspiegabile.

Io non ammiro una persona, ma tante persone. Mi piace prendere una buona caratteristica di una persona e attaccarla a me. Mi piace prendere un piccolo pezzo di storia di una persona e analizzarla pezzo per pezzo, mettendo a confronto quali sarebbero state le mie reazioni e quali invece sono state le loro. Mi piace pensare che ognuno di noi abbia qualcosa di bello e raro da offrire e mi piace pensare che la presenza di qualcuno possa migliorare la vita di qualcun’altro. È così che la penso.

 

Alessia

 

Elenca tre frasi che dici sempre #4

Non sono una persona molto loquace, da sempre la gente mi prega di alzare la voce quando parlo, oppure addirittura si stupiscono quando apro la bocca per dire qualcosa. Ciò spesso provoca fraintendimenti e pregiudizi, ma oramai sono quasi sicura di essere immune a tutto ciò. Nell’arco della giornata non parlo molto, ma quando parlo, nella maggior parte dei casi, lo faccio per lamentarmi. La mia funzione è lamentarmi, anche quando tutto va per il verso giusto (ma quando?), sento il bisogno fisiologico di aprire la bocca per lamentarmi. Insomma, cosa c’è di meglio se non lamentarsi e a sua volta innescare una reazione a catena di un piagnisteo infinito. Ognuno di noi fa a gara a chi si lamenta di più della qualsiasi cosa, anche quando apparentemente non ci sia alcun motivo per farlo.

Ecco le tre parole più usate da me nel corso della giornata:

1. CHE PALLE. Come non mettere questa frase al primo posto. È la frase più usata da me, ma penso che sia una delle più usate dalla popolazione mondiale. È una di quelle tipiche frasi che pronunciamo dal momento in cui mettiamo i piedi fuori dal letto a quando ci rimettiamo a letto, un circolo continuo. Questa frase rappresenta un mood, uno stato d’animo, una forma mentale. Non c’è nulla che possa riassumere la routine quotidiana meglio di questa immagine.

2. MAI UNA GIOIA. Questa è la mia preferita, è il riassunto della mia misera vita. Il punto è che io non so gestire le gioie. “Io e una gioia” è come “Maometto senza la montagna”, inconciliabili. Non le so gestire, non c’è niente da fa’.

3. SONO STANCA. Un classico. Qualsiasi cosa io faccia, per me è fonte di stanchezza. Sfogliare le pagine di un libro, alzarmi e poi sedermi, persino MASTICARE. Non so se questo stato fisico possa essere causato dalla mia anemia cronica, ma propendo più per la classica ipotesi che si può riassumere come “nata stanca”.

E le vostre frasi più utilizzate? Quali sono? Se vi va, fatemi sapere nei commenti qui sotto 🙂

 

Alessia

 

Scrivi qualcosa che qualcuno ti ha detto e che non dimenticherai mai #2

Buonasera. Sono le 23.13, sono in ritardo come la merda,  la connessione fa schifo, ma devo scrivere. E così farò. Ebbene. Sinceramente non ricordo con esattezza un momento della mia vita all’interno del quale qualcuno mi abbia detto qualcosa di spettacolare, dopotutto, non sono Nicole Kidman e non possiedo una Ferrari, ma se provo a scavare nella mia memoria, forse troverò qualcosa.

Era una domenica sera. Come è da rito ogni domenica, eravamo tutti riuniti attorno ad un tavolo, affamati come se non vedessimo cibo da anni e pronti a riempire i nostri stomaci famelici. Dopo non molto tempo ricordo che da ogni parte della tavola arrivavano richieste disperate di cibo, chi invece stava a braccia conserte fissando il piatto vuoto perché non era ancora riuscito a prendere nemmeno una fettina di pane e chi invece stava annaspando nel tentativo di poter finire l’ultima porzione di cibo rimasta nel piatto, nonostante stesse per esplodere nel vero senso della parola. In questo momento di pura convivialità, mentre si mangiava, si rideva e si scherzava, una delle persone sedute alla tavola mi sorrise, e mi disse: Alessia, hai un sorriso bellissimo, non smettere mai di sorridere.” Sembra la cosa più stupida di questo mondo, in un primo momento rimasi basita da questo commento, non pensavo che una persona pressoché quasi sconosciuta potesse notare questo particolare, ma posso assicurarvi che tutte quelle parole erano genuine e sincere. Forse questa non era la risposta che vi aspettavate, ma se la mia memoria ha assimilato questa frase piuttosto che altre, forse un motivo ci sarà. Mi sento un po’ stupida a raccontare questo aneddoto, alla fine non è niente di speciale, ma ogni tanto penso sia bello donare un momento di gentilezza gratuita a qualcuno.

A voi è mai capitata una cosa del genere? Se vi va fatemi sapere nei commenti qui sotto 🙂

 

Alessia